A “Ciao Dolcezza” la prima Nina di cioccolato per un’esperienza di arte sensoriale.

INVITO13dic Ciao Dolcezza

A “Ciao Dolcezza” la prima Nina di cioccolato per un’esperienza di arte sensoriale.

Incontro tra Arte Contemporanea e Cioccolato, Domenica 13 Dicembre 2015 dalle 18,00 presso Art Design Box di Rho.

In occasione dell’imminenti festività natalizie, all’ Art Design Box, è in programma, per domenica 13 dicembre a partire dalle 18,00, “Ciao, dolcezza!”, l’incontro tra arte contemporanea e cioccolato, in collaborazione con Risekult Associazione Culturale di Milano, l’Accademia di Belle Arti di Brera, Nina for the Dogs, art experience a cura di Alessandro Turci e Sergio Battimiello.
“Ciao, dolcezza!” è un progetto che ha natali illustri ed una importante storia alle spalle. Alessandro Turci, professore dell’Accademia di Brera ha sviluppato in collaborazione con l’Università delle Scienze Gastronomiche di Pollenzo e  l’Istituto Alberghiero Giolitti Bellisario di Mondovì una mostra itinerante che vede la sua prima edizione di successo a Luglio di quest’anno, durante il periodo di Expo, a Pollenzo, una frazione del comune di Bra in provincia di Cuneo.
Da quella prima edizione prende spunto questa nuova edizione di art experience dove saranno presentate: le opere delle prima edizione di Pollenzo, nuove opere da parte degli studenti dell’Accademia di Brera della sezione Fashion e Design e nuove metodologie per l’Arte, installazioni multisensoriali per offrire ai partecipanti una esperienza olistica che impegnerà e permetterà di interagire con tutti i sensi uno show cooking a tema.
Come omaggio alla mostra Ciao Dolcezza, Nina for the Dogs farà realizzare una statua interamente in cioccolato dai maestri dell’ Istituto Alberghiero Giolitti Bellisario di Mondovì, che ne riprodurrà una copia in dimensioni reali.
Alcune altri esemplari del famoso cagnolino Nina, sono da qualche tempo esposte presso l’Art Design Box, con un sodalizio destinato a crescere insieme ai successi del progetto le cui finalità, ricordiamo, sono anche di sostenere iniziative sociali e umanitarie, con particolare attenzione alle strutture qualificate nella cura di animali abbandonati.
Tutti gli artisti che partecipano alla mostra hanno tratto spunto per le proprie opere riferendosi ad un immaginario rapporto con una materia così evocatrice come il cioccolato da tempo ispiratore di importanti artisti. Dalle bruciature di un’infanzia dolente di Gina Pane alle ferite in forma di cioccolatini di Stephenie Shanabrook, ai busti sfigurati dall’amore di Janine Antoni sino alla più recente mostra all’Hangar Bicocca di Milano di Dieter Roth e Bjorn Roth.
Le opere di varia natura e tecnica, dalla composizione plastica al video, al disegno ripercorrono il personale rapporto col cibo che gli studenti esprimono liberamente in riferimento ad un solo alimento: il cioccolato.

Gli autori e ideatori sintetizzano così il significato dell’incontro:
<< Ciao, dolcezza! è il nostro rapporto con l’affetto, la gratificazione di ciò che è buono, il conforto di un ricordo d’infanzia. Così pure ne è il desiderio smodato, la bulimia, il morso. Una considerazione che spazia liberamente a seconda del sentire di ciascuno dall’appagamento al disagio. Non di meno l’associazione con altri alimenti, spezie, coloranti ne esalta forma e concetto. Ciò che nutre  determina, contribuisce al nostro equilibrio, a mantenere collegati spirito e corpo. Fare arte col cibo ci fa considerare l’importanza di ciò che più intimamente consideriamo come irrinunciabile sostentamento e come l’inevitabile deperimento naturale dei suoi componenti segua la stessa sorte a cui l’uomo è destinato in un generale processo di rigenerazione dell’universo.  >>

L’importanza di questo evento sta soprattutto nei contenuti che gli artisti possono esprimere. L’elevato livello culturale e artistico è garantito dalle organizzazioni che ne hanno curato la selezione artistica e gli allestimenti come la Risekult Associazione Culturale , di cui è Presidente Alessandro Turci, docente all’Accademia di Brera, un progetto che nasce dall’esigenza di divulgare ed ampliare il concetto di “fare arte” attraverso varie discipline dalle arti visive, alla performance, dal food al design, al fashion. RISEKULT  è anche la pregiata pubblicazione da collezione, l’art book composto da circa 180 pagine sull’arte contemporanea, tematico con testi in italiano ed inglese, realizzato con carte e stampe speciali. Ogni copia è numerata e dedicabile, distribuito nei musei italiani ed internazionali.
L’altro soggetto determinante per la riuscita dell’inziativa è l’ UNISG Università delle Scienze Gastronomiche di Pollenzo,nata e promossa nel 2004 dall’associazione internazionale Slow Food con la collaborazione delle regioni Piemonte e Emilia Romagna . L’ateneo forma i gastronomi, nuove figure professionali, che hanno conoscenze e competenze nell’ambito agro-alimentare e operano indirizzando la produzione, la distribuzione e il consumo di cibo verso scelte corrette e utili a creare un futuro sostenibile per il pianeta. Ad oggi gli studenti che hanno frequentato e frequentano l’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo sono oltre 1600. Alcuni docenti sono, a vario titolo coinvolti in questa iniziativa: Mia Farone, co-curatore, Docente di Degustazione di Vino, Nicola Perullo, docente di estetica, filosofia del cibo ed estetica del gusto, Dario leone, co-curatore e docente UNISG, Carlin Petrini, rettore UNISG, fondatore associazione Slow Food
La collaborazione tra le parti prosegue poi con l’Istituto Alberghiero Giolitti Bellisario di Mondovì, nato nel 1972 per rispondere ad una richiesta di personale di ristorazione da parte delle aziende locali. Presso la sede di Mondovì l’Istituto dispone di tre laboratori di cucina, di un laboratorio di pasticceria, un laboratorio di cioccolateria e gelateria, tre laboratori di sala, un laboratorio di ricevimento, un’aula convegni, un laboratorio multimediale e/o linguistico. A partire dall’anno scolastico 2001/02 sono proposti con successo progetti di School Link in Gran Bretagna, Irlanda e Francia. Nell’anno scolastico 2005/06 la sede di Mondovì ha inaugurato il Teatro dei Sapori, fiore all’occhiello della didattica di laboratorio che, grazie ad attrezzature di nuova generazione, permette la realizzazione di preparazioni particolari ad opera degli stessi ITP di cucina o di chef professionisti provenienti da rinomati ristoranti.
Da anni il settore Arte Bianca prima e Articolazione Dolciaria ora, “sforna” validi professionisti specializzati nella lavorazione del cioccolato e in tutte le declinazioni della pasticceria, grazie alla passione della prof. Brunella Gazzola che ha sostenuto la nascita e sviluppo di questa ulteriore specializzazione dell’Istituto. Ogni anno, gli alunni dell’articolazione dolciaria partecipano e vincono svariati concorsi di settore confrontandosi con studenti di tutta Italia.
Si citano alcuni docenti che si impegnano ogni giorno per il successo dell’Istituto: Donatella Garello Dirigente Scolastico, Rudy Mamino vice preside e docente cucina e supervisor progetto arte food Giovanna Abellonio, docente sala e supervisor progetto arte food, ins. curricolare di Pasticceria Brunella GAZZOLA e supervisor progetto arte food, ins. di Pasticceria/Cucina Silvio PELLEGRINO e supervisor progetto arte food
Ed infine l’ Accademia di belle Arti di Brera che è una delle scuole più antiche d’Italia e fin dal 1776 contribuisce all’attiva dialettica fra scienza, lettere ed arti. E’ Ateneo pubblico che secondo l’attuale offerta formativa (MIUR) nel comparto universitario, è compresa nel settore dell’Alta Formazione Artistica e Musicale. Ancor oggi con la stessa passione Brera conserva la sua voglia di crescere e creare cultura. Gli studenti che ogni anno scelgono questa storica istituzione sono più di 3.000. I docenti che hanno curato la mostra sono:
Filippo de Filippi, direttore del dipartimento Brera Fashion, docente di scenotecnica e architettura d’interni, Francesca Alfano Miglietti, docente di nuove metodologie per l’arte
Alessandro Turci, curatore della mostra e docente di Editoria per il Fashion.
L’evento si svolgerà all’Art Design Box, uno spazio innovativo dedicato all’arte e al design industriale inaugurato con Expo 2015. E’ una location innovativa con dotazioni tecniche e multimediali ed con una cucina professionale integrata nell’arredamento che oltre ad aver già ospitato, dalla sua recente data di apertura, meeting di importanti aziende internazionali,  prevede un ricco calendario dedicato all’arte e  alla cultura con la presentazione di artisti privati italiani ed internazionali, di mostre realizzate in collaborazione con l’Accademia di Brera, eventi e incontri con l’editoria specializzata.
Sergio Battimiello, è direttore artistico e partner di Art Design Box, consulente di comunicazione.
La presenza di Nina for the dogs, completa certamente l’evento per le sue caratteristiche di design e di bellezza che ne fanno un elemento sempre più apprezzato dalla critica e dal pubblico, nella sua versione “dolce” saprà mantenere sicuramente la sua eleganza e il cioccolato le donerà quella gradazione di colore unica nel suo genere che, forse, potrà ispirare per il futuro una nuova Nina da inserire nella serie.
NINA FOR THE DOGS
Nina for the dogs nasce nel 2015 da un’idea di Angela A. Resina. Il progetto fonde la passione per l’arte, il design, e l’amore per gli animali in un’unica creazione d’autore, ispirato dalla cagnolina Nina. Sono oggetti di design realizzati con materiali innovativi e le più moderne tecniche di lavorazione, completamente Made in Italy. E’ stata esposta in tutta l’Italia, da Nord a Sud, da Taormina a Venezia. La più recente apparizione è stata a Milano, presso il MAD (Milano Art Design) al Nhow, fashion & design hotel. È disponibile in varie finiture e colorazioni e nella collezione d’arte.

Per informazioni su “Ciao Dolcezza” e sul calendario Art Design Box.
Info.artdesignbox@gmail.com ART DESIGN BOX Via Achille Grandi, 50  20017 Rho (MI) Capolinea MM rossa fermata Rho Expo Fiera

Ufficio Stampa Nina for the Dogs
info@ninaforthedogs.it
www.ninaforthedogs.it

Milano, 5 Dicembre 2015

About ninadmin

You May Also Like

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

sei + diciassette =